CCNL - CONTRATTO NAZIONALE AGENZIE DI ASSICURAZIONE
Premessa | Sfera di applicazione | Relazioni Sindacali | Costituzione del Rapporto di Lavoro | Inquadramento del Personale | Contratti Atipici | Disciplina del Servizio | Orario di Lavoro | Festivita' | Retribuzione | Premio Aziendale di Produttivita' | Anzianita' ed Avanzamenti | Ferie | Permessi e Congedi | Aspettativa | Malattia e Infortunio sul Lavoro | Maternita', Congedi Parentali, Molestie Sessuali | Servizio Militare | Trasferte e Trasferimenti | Risoluzione del Rapporto di Lavoro | Trattamento di Fine Rapporto | Certificato di servizio | Trapasso di agenzia | Personale avente incarichi sindacali | Fondo Pensione Complementare Nazionale | Assetti Contrattuali | Decorrenza e Durata | Norme Finali | Apprendistato Professionalizzante | Part Time | Indennita' di mensa | Tabelle retributive 2005 e 2006 | Una Tantum | Sicurezza |


TITOLO IX RETRIBUZIONE


Art. 32 – Composizione e modalità di corresponsione della retribuzione

1. La retribuzione è costituita dallo stipendio iniziale tabellare, dagli scatti periodici di anzianità, dalle condizioni di miglior favore, in esse compresi gli aumenti di merito nonché da tutte le altre voci di carattere continuativo e di ammontare determinato ricorrenti mensilmente.

2. La retribuzione si intende stabilita per ammontare annuo e la sua corresponsione avverrà per mezzo di 14 quote.

3. Essa sarà corrisposta come segue:

  • 12 mensilità solari entro l’ultimo giorno lavorativo di ciascun mese;
  • la quattordicesima mensilità di importo uguale alle altre 12 mensilità, entro il 15 giugno;

la tredicesima mensilità sarà pari all’importo di una mensilità normale e sarà corrisposta entro il 15 dicembre. Tali due quote si intendono corrisposte per anno solare di competenza: 1° gennaio/31 dicembre.

4. Sono fatte salve le condizioni più favorevoli in atto per il personale in servizio alla data di entrata in vigore del presente contratto.

5. Al quadro viene riconosciuta la stessa retribuzione lorda spettante al Capo Ufficio, con l’aggiunta di una indennità di funzione pari a € 600 lordi annue per 14 mensilità. L’indennità di funzione viene erogata per quote fisse mensili.

6. La prestazione sostitutiva della mensa (art. 25) e l’indennità forfettaria di missione (art. 50) non hanno valore retributivo: esse quindi non entrano a far parte del calcolo per il T.F.R., non sono soggette a scatti di anzianità, non entrano nel calcolo delle indennità sostitutive di ferie e/o festività, non entrano a far parte del valore retributivo della 14a e della 13a mensilità e vengono godute, ricorrendone le relative condizioni, solo per i giorni lavorativi di effettiva presenza.


Nota a verbale.

1. Le OO.SS chiedono che il pagamento delle retribuzioni sia effettuato, di norma, tramite bonifico bancario, assegno circolare o assegno di conto corrente.


Art. 33 – Scatti di anzianità

1. Gli scatti periodici di anzianità sono corrisposti a partire dal 1° mese di assunzione, se la stessa è stata effettuata nel periodo tra il 1° ed il 15 del mese; dal 1° del mese successivo a quello nel quale è avvenuta l’assunzione, se la stessa è stata effettuata nel periodo compreso fra il 16 e il termine del mese.

2. A far data dal 1/1/2005, gli scatti saranno commisurati al 2,12% dello stipendio tabellare iniziale in vigore alle varie scadenze.

3. Per i lavoratori con inquadramento di Capo ufficio o di Ia categoria il valore scatto di cui sopra sarà adeguato, fino a concorrenza, a quello in atto al 1/1/05 prima dell’aumento, pari rispettivamente ad € 27,13 ed € 24,02.

4. Resta salva l’eccezione prevista all’art. 31, 5°comma, relativamente all’aumento di riparametrazione.

5. Limitatamente ai dipendenti assunti dopo il 15/7/1998, gli scatti di anzianità effettiva sono limitati ad un numero massimo di 15, fatte salve le situazioni di miglior favore, in atto alla data di entrata in vigore del presente CCNL, sulla base delle quali siano già stati effettivamente corrisposti scatti di anzianità in numero superiore a 15.

6. Gli scatti di anzianità sono biennali.



Art. 34 – Premio di anzianità

1. Al lavoratore che abbia prestato 15 anni di ininterrotto servizio alle dipendenze della stessa agenzia, sarà corrisposto un premio di anzianità pari ad un dodicesimo della retribuzione annua come determinata dall’art. 28.

2. Un ulteriore premio sarà corrisposto nella misura di due dodicesimi della retribuzione, come sopra indicata, al lavoratore che abbia prestato 25 anni di ininterrotto servizio alle dipendenze della stessa agenzia.

3. Nel caso di cessazione del rapporto di lavoro per morte del dipendente intervenuta tra il 10° ed il 15° anno di servizio effettivo prestato presso la medesima agenzia e in ogni caso di cessazione del rapporto (ad esclusione del licenziamento in tronco o della risoluzione per iniziativa del lavoratore) avvenuta tra il 20° e il 25° anno di servizio effettivo prestato presso la medesima agenzia, il premio di anzianità di cui al comma precedente sarà corrisposto in misura proporzionale.



Art. 35 - Riparametrazione


1. Viene attuata la riparametrazione degli stipendi, distribuendone gli effetti nell’arco temporale di vigenza del CCNL, secondo la tabella sotto riportata, riflettente importi mensili:


CU € 54 di cui € 18 dal 1/3/2007
€ 18 dal 1/10/2007
€ 18 dal 1/2/2008
I^ cat. € 51 di cui € 17 dal 1/3/2007
€ 17 dal 1/10/2007
€ 17 dal 1/2/2008
II^ cat. € 10,5 di cui € 3,5 dal 1/3/2007
€ 3,5 dal 1/10/2007
€ 3,5 dal 1/2/2008


2. In occasione delle corresponsioni di cui sopra, potranno essere riassorbiti, fino a concorrenza, gli aumenti concessi a titolo di miglior favore ai lavoratori inquadrati come Capo Ufficio o I^ categoria.

3. Ai lavoratori inquadrati in II^ categoria verrà corrisposto dal 1/4/2008, in aggiunta a quanto sopra e con le stesse caratteristiche indicate al comma successivo, l’ulteriore importo di € 6,5, da considerare come anticipo riassorbibile sugli aumenti che dovessero derivare ai suddetti dalla nuova classificazione del personale.

4. Gli importi di cui sopra non sono soggetti ad alcun ricalcolo per aumenti economici di rinnovo, sia per quanto attiene al presente CCNL, che per quanto riguarda il prossimo rinnovo economico, decorrente dal 1/1/2007.

5. Dall’1/1/2009 i suddetti importi verranno conglobati negli stipendi e rientreranno pertanto nella base di calcolo degli scatti di anzianità.

Vai alla pagina principale