Untitled Document


Tesseramento 2018: entro il 15 GENNAIO effettuare la SCELTA OMAGGIO

Il sindacato nelle tue mani
Tu, Noi, Cgil: più siamo più contiamo

Carissime/i,

Stiamo per chiudere il 2017 che ha visto la nostra Organizzazione Sindacale impegnata come sempre su molti versanti.

Sabato 2 dicembre eravamo presenti in 500 da Vicenza alla manifestazione a Torino per cambiare il sistema previdenziale, sostenere sviluppo e occupazione, garantire un futuro ai giovani, superare la disparità di genere e riconoscere il lavoro di cura. Il presidio della CGIL sta continuando a lavorare sul tema con incontri con tutti i gruppi parlamentari.

La Fisac ha dato il suo contributo nei tanti accordi firmati sia in ABI sia nel settore del Credito Cooperativo. Abbiamo seguito da vicino le vicende, anche drammatiche, delle due Banche Venete che hanno visto soluzione solo quest’anno e che hanno coinvolto i cittadini vicentini, la città e in prima persona i lavoratori. Ci occuperemo, assieme alla FISAC Nazonale, dei lavoratori di alcune società dell’ex Gruppo POPVI, rimaste fuori dal perimetro dell'accordo Intesa Sanpaolo-Governo e ora legati alla parte dell’istituto in Liquidazione Coatta. Siamo stati costantemente a fianco delle lavoratrici e dei lavoratori dell'appalto assicurativo, comparto che ha vissuto il dramma di numerosi licenziamenti nel corso degli ultimi anni. Non lasceremo mai nessuno da solo/a perché è l’obiettivo del nostro fare sindacato.

Sulle pressioni commerciali, un punto di partenza importante è l’accordo firmato con ABI a febbraio che sancisce che “L’eventuale mancato raggiungimento degli obiettivi quantitativi commerciali non può determinare di per sé una valutazione negativa...”. Come Fisac pensiamo che possa determinare una svolta positiva a beneficio nel settore anche se tanto rimane ancora da fare.

Allargando lo sguardo sul mondo del lavoro ricordiamo i 100 lavoratori della Lovato Gas di Vicenza che stanno lottando per mantenere il posto di lavoro, i lavoratori e le lavoratrici di Amazon e dell’Ikea che hanno alzato la testa grazie al sindacato, rigettando l’idea che nel 2017 si licenzi una donna per un problema di accudimento dei figli. Con Cisl e Uil di Vicenza e provincia ci siamo preoccupati dell’inquinamento ambientale da PFAS, della salute dei cittadini, ma anche della salute dei lavoratori che operano e che hanno operato all’interno del sito oggi della Miteni in cui i PFAS si producono.

Durante quest’anno abbiamo offerto, a molte colleghe e colleghi, un percorso sulla gestione dello stress, con una serie di incontri molto coinvolgenti; organizzato una serata di Teatro Forum dove il pubblico ha potuto immedesimarsi in prima persona in una storia di quotidiana violenza familiare. Per questo la proposta di quest'anno del progetto di solidarietà è rivolta ad un centro di ascolto anti-violenza, Donne per le Donne onlus di Schio. Far vincere la speranza e non permettere che si “uccida” il lavoro, questo è il nostro impegno, insieme a voi se saremo capaci di motivare piccole azioni quotidiane fino a formare nuovi stili di vita, la forza che abbiamo dentro di noi è dimostrata dalla strada che abbiamo percorso insieme.

Grazie per il vostro sostegno che ci è indispensabile.

Un abbraccio.

Dicembre 2017

La segreteria Provinciale

******************

In occasione dell'inizio del 2018, come nostra consuetudine, abbiamo pensato di sostenere un Progetto di Solidarietà, ponendo quest'anno l'attenzione su un tema sempre attuale come la violenza di genere e scegliendo di finanziare un'associazione che si occupa di ascolto e vicinanza alle donne vittime di questo inguaribile male sociale.

Come sempre, in alternativa alla destinazione di fondi al progetto, potete scegliere in omaggio la nostra agenda o il planning settimanale 2018 che sono già disponibili, o un libro che potete trovare nel volantino allegato

Per effettuare la scelta del libro ENTRO 15.1.2018 inviare una mail a:

omaggi@informafisac.it

inserendo nell'oggetto il titolo del libro ricordandovi di indicare nel corpo della mail:

- nome cognome
- azienda
- filiale

Altre forme di richiesta NON SARANNO PRESE IN CONSIDERAZIONE