18 marzo 2015: manifestazione davanti alla sede del Convegno SNA



E’ stata una giornata in cui abbiamo dato voce a chi non ha voce!

Alle tante lavoratrici e lavoratori che vivono sotto il ricatto di perdere il posto di lavoro in qualunque momento e con tutele praticamente nulle (il CCNL “di comodo” SNA ha ridotto il preavviso da 4 mesi ad 1 mese; la legge 108/90 – che regolamenta la stragrande maggioranza dei rapporti di lavoro nel nostro settore – prevede che in caso di licenziamento senza giusta causa o giustificato motivo il datore di lavoro risarcisca il danno con un indennizzo che va dalle 2,5 alle 6 mensilità e … ciao!!!

Abbiamo manifestato per ribadire che non ci stiamo a lavorare sotto ricatto il ricatto di un datore di lavoro che decide – e sono solo alcune delle previsioni peggiorative del CCNL SNA 2014 – a suo piacimento se

– concedere o meno festività
art. 30 recita:
Potranno essere considerati a discrezione del datore di lavoro semifestivi i seguenti giorni: Venerdì Santo; Vigilia dell’Assunzione di M.V. (14 agosto); Commemorazione dei defunti (2 novembre); Vigilia di Natale (24 dicembre); Ultimo giorno dell’anno (31 dicembre).

– assorbire o meno le voci aggiuntive
art. 35 recita:
“Eventuali incentivi o premi concessi unilateralmente dal datore di lavoro al singolo lavoratore od a più lavoratori e la cui debenza non sia obbligatoria in virtù delle altre disposizioni di cui al presente CCNL, potranno essere ridotti o soppressi al venir meno delle condizioni legittimanti l’erogazione, in caso di mutamento di mansioni e/o comunque a discrezione del datore di lavoro.

– aprire il sabato o no
art. 28 recita:
2. Le ore di lavoro settimanali possono essere distribuite in 5 o 6 giorni, dal lunedì al sabato

adibirci a mansioni di intermediazione assicurativa anche all’esterno dell’agenzia
art. 17 “Classificazione del personale”

Abbiamo manifestato per la nostra DIGNITA’!!!

Share on facebook
Share on twitter
Share on print
Share on email
Share on whatsapp
Torna su