Untitled Document




89 - Art. 89

In relazione alle specifiche professionalità del settore e tra queste quella relativa alla tipica figura del Funzionario che ha una sua propria identità, le Parti hanno convenuto di poter individuare, tra il personale non dirigente, una particolare Area professionale (Area professionale Quadri), costituita da due livelli di inquadramento:
– Funzionario – 7° livello
– Quadro – 6° livello
I suddetti livelli si distinguono per la peculiarità delle funzioni rispetto al restante personale e – nel loro insieme – attuano puntualmente quanto previsto dalla legge 13 maggio 1985, n. 190.
Funzionario – 7° livello di inquadramento
Nell’ambito della predetta Area professionale la nuova declaratoria riguardante i Funzionari è diretta, da un lato, a riaffermare, rafforzandola, la loro centralità all’interno delle organizzazioni aziendali; dall’altro, intende consentire una piena fungibilità delle figure e dei ruoli agli stessi attribuiti, in coerenza con contesti operativi sempre meno caratterizzati da distinzioni di tipo gerarchico.
Tale unico livello di classificazione si articola in due figure:
– FunzionarioBusiness–Appartengonoaquestafigurailavoratori/triciconelevatapreparazione professionale, autonomia, alto grado di specializzazione e responsabilità diretta nell’attuazione degli obiettivi assegnati, cui sono attribuiti compiti di rilevante importanza.
– FunzionarioSenior–AppartengonoaquestafiguraiFunzionaridicuialprecedentealinea che, nell’ambito delle diverse aree in cui opera la società, sono in possesso di una più ampia esperienza e competenza professionale, anche polivalente, acquisite nel corso del loro excursus lavorativo.
Nell’ambito di ciascuna delle suddette figure, potranno essere attribuite funzioni consistenti in attività di tipo organizzativo legate alla gestione e/o alla responsabilità di
AREA PROFESSIONALE QUADRI
importanti strutture aziendali o di coordinamento di un gruppo di lavoratori/trici che può comprendere al loro interno anche uno o più funzionari; oppure funzioni consistenti in attività connotate da elevata specializzazione e/o da responsabilità di progetti di particolare importanza per l’azienda, comportanti attività di studio, consulenza e ricerca.
Alla luce di quanto sopra delineato e al fine di meglio regolamentare la flessibilità delle suddette figure nell’ambito dell’unico livello di inquadramento, le Parti precisano che la fungibilità tra le suddette figure opera anche per quanto attiene la preposizione di un Funzionario Business ad un Funzionario Senior attuabile nei soli casi di effettiva modifica degli assetti organizzativi aziendali che incida sulla posizione del lavoratore.
L’assunzione dei Funzionari viene effettuata in conformità alle disposizioni di legge.
La qualifica e la figura di Funzionario vengono attribuite dall’impresa al lavoratore con apposita lettera.
Per ciascuna figura (Senior e Business) è prevista un’indennità economica, che seguirà le dinamiche desumibili dalle rispettive tabelle di riferimento riportate nell’All. 2.
Norma transitoria
Per i Funzionari in servizio alla data di sottoscrizione del presente CCNL, la confluenza degli stessi nelle due figure sopra descritte avverrà nei termini seguenti:
– l’ex Funzionario di 3° grado sarà collocato in quella di Funzionario Senior, con riconoscimento della relativa indennità economica (e relativo excursus) di cui alle tabelle di riferimento riportate nell’All. 2/C e nell’All. 2/D – tabella indennità Senior (uguale alla ex tabella indennità F3);
– gliexFunzionaridi2°gradosarannocollocatinellafiguradiFunzionarioBusiness.Agli stessi, in aggiunta alla relativa indennità economica (e relativo excursus) di cui alle tabelle di riferimento riportate nell’All. 2/C e nell’All. 2/D – tabella indennità Business (uguale alla ex tabella indennità F1), sarà riconosciuto un importo sotto forma di assegno ad personam non assorbibile (e relativo excursus) riportato nell’All. 2 – tabella degli a.p. per gli ex F2. Le Parti si danno atto che l’importo risultante dalla somma dell’indennità dei Funzionari Business con il suddetto assegno ad personam è uguale, per importo ed excursus, a quello di cui alla ex tabella indennità F2. In tal senso l’assegno ad personam concorrerà a tutti gli effetti contrattuali e dovrà essere tenuto presente in occasione di eventuali adeguamenti economici previsti dai rinnovi del CCNL.
– gliexFunzionaridi1°gradosarannocollocatinellafiguradiFunzionarioBusinesscon riconoscimento della relativa indennità economica (e relativo excursus) di cui alle tabelle di riferimento riportate all’All. 2/C e nell’All. 2/D – tabella indennità Business (uguale alla ex tabella indennità F1).
Nota a verbale – Fatto salvo quanto disposto dal comma 6 dell’art. 2103 c.c., le imprese – con riferimento agli ex Funzionari di 3° e di 2° grado, che saranno rispettivamente collocati nella figura Senior e nella figura Business – si impegnano a non assegnare unilateralmente detto personale a mansioni appartenenti al livello di inquadramento inferiore (Quadro – 6° livello).
Dichiarazione delle imprese
In relazione al nuovo impianto contrattuale riguardante il personale inquadrato nel 7° livello, le imprese si impegnano a preservare – anche con riferimento agli ex Funzionari di 1° grado – le competenze professionali acquisite e riconosciute nel tempo, astenendosi comunque da ogni eventuale iniziativa in proposito fino al 30 giugno 2018.
Quadro – 6° livello di inquadramento
Appartengono a questo livello i lavoratori/trici ai quali, per la loro elevata competenza tecnico-professionale, sia affidato lo studio di progetti significativi, anche in termini temporali, per l’attuazione degli obiettivi dell’impresa. Tali lavoratori/trici possono essere preposti, per la loro capacità organizzativa, ad una unità/ufficio caratterizzati dalla competenza tecnica degli addetti. L’inserimento nel 6° livello Quadro deve risultare da apposita lettera rilasciata dall’impresa al lavoratore.
Per i lavoratori appartenenti al 6° livello Quadro è prevista un’indennità economica che seguirà le dinamiche desumibili dalla tabella di riferimento riportata nell’All. 2/F.
AREA PROFESSIONALE B
Declaratoria – Appartengono a questa Area professionale i lavoratori/trici che svolgono in via continuativa e – ancorché non prevalente – qualitativamente e quantitativamente significativa mansioni che possono richiedere significative competenze tecnico – professionali.
I processi operativi e decisionali si svolgono normalmente nell’ambito di un’autonomia delimitata da metodi e procedure prestabiliti ovvero definita da direttive superiori. I lavoratori di cui alla presente Area professionale sono tenuti a verificare la correttezza del risultato delle operazioni svolte e delle procedure adottate. Nella più alta delle posizioni organizzative rientranti in questa Area professionale sono inseriti i lavoratori la cui attività si svolge nell’ambito di procedure non rigidamente definite, sulle quali essi possono intervenire allo scopo di migliorare il processo produttivo e i risultati delle quali sono oggetto di controllo.
In taluni casi essi pianificano l’organizzazione del processo lavorativo del proprio ufficio e coordinano e/o controllano un gruppo di dipendenti.
Nell’ambito della presente Area professionale sono previste tre diverse Posizioni organizzative, fra loro fungibili, corredate di profili esemplificativi.
Posizione organizzativa 3 – 6° livello retributivo.
Appartengono a questa posizione organizzativa:
lavoratori/trici che siano preposti in via permanente, quali responsabili, ad attività di coordinamento, pianificazione e controllo di un gruppo di lavoratori/trici, parte dei quali svolgono mansioni per cui è previsto l’inquadramento nell’Area professionale B, posizioni organizzative 2 e 1 o almeno uno dei quali sia V.C.U. come definiti al profilo a) della posizione organizzativa 2 e/o lavoratori/trici che, in autonomia e in via continuativa e – ancorché non prevalente – qualitativamente e quantitativamente significativa, svolgono compiti per i quali è richiesta un’elevata competenza tecnico – professionale, acquisita normalmente con adeguato tirocinio e corsi di specializzazione e sviluppano studi e progetti relativi a problemi complessi.
Profili – A titolo esemplificativo rientrano in questa posizione organizzativa:
a) capi ufficio o capi di ispettorato sinistri o capi di altre unità comunque denominate identificati dalla prima parte della declaratoria;
b) specialisti addetti ai sistemi informativi che si dedicano allo studio, alla sperimentazione ed alla realizzazione di architetture ed infrastrutture tecnologiche, nell’ottica dell’ottimizzazione ed evoluzione del sistema informativo aziendale – sistemisti/esperti
di sistemi;
c) specialistiche, in base a direttive di carattere generale e conconoscenza di fenomeni esterni ed interni dell’azienda, impiegando anche metodi quantitativi di tipo statistico e matematico, concorrono all’elaborazione del piano di settori dell’azienda, inteso come indicazione articolata di traguardi quantitativi e qualitativi e individuazione della natura delle azioni e delle risorse idonee a realizzare il raggiungimento dei traguardi stessi – esperti di pianificazione;
d) specialisti che effettuano analisi sul mercato effettivo e potenziale e sulla concorrenza oppure sanno interpretare le ricerche effettuate da istituti specializzati e propongono piani di intervento sulla rete di vendita utili a sviluppare le vendite su segmenti rilevanti di mercato – esperti di marketing;
e) specialisticheeffettuandostudidimercatiassicurativieriassicurativieanalisidicomposizione di portafogli, formulano ipotesi di acquisizione di trattati di riassicurazione – esperti in trattati di riassicurazione;
f) specialistiche analizzano le esigenze di istruzionetecnico–professionale e di formazione del personale ed elaborano progetti di formazione del personale direttamente od appoggiandosi ad istituti specializzati, organizzano interventi addestrativi con l’uso di tecniche didattiche e di supporti specifici – esperti di formazione;
g) specialistiche, in base a direttive di carattere generale,sviluppano e definiscono studi organizzativi proponendo significative modificazioni strutturali e procedurali, concorrono all’elaborazione ed allo sviluppo dei piani del personale, provvedono alla redazione e all’analisi di particolari statistiche al fine di controllare l’evoluzione della struttura e della produttività dei vari Servizi direzionali e periferici – specialisti in sviluppo organizzativo;
h) specialistiaddettiaisistemiinformativichenell’ambitodellelineegeneralidisviluppo di progetti di automazione, analizzando le richieste specifiche e le esigenze dell’utente, discutendo le alternative e concordando la soluzione ottimale, forniscono ai programmatori o agli analisti le indicazioni (analisi funzionale, analisi tecnica, disegno tecnico) per lo sviluppo applicativo, definiscono e seguono lo stato di avanzamento del progetto verificando la coerenza tra specifiche ed il software realizzato – analisti senior e/o coordinatori di progetto;
i) specialisti che svolgono studi matematico – attuariali di particolare complessità sul portafoglio, provvedono all’analisi dei prodotti sul mercato ed alla formulazione di prodotti concorrenziali, elaborano progetti per particolari esigenze della clientela, forniscono dati per la stesura del budget e provvedono alla specifica istruzione di altre posizioni – attuari esperti;
l) specialisti nella prevenzione rischi aziende che, operando nei rami incendio,furto, infortuni, inquinamento, R.C. aziende, trasporti e rischi tecnologici, sulla base della documentazione ricevuta o raccolta direttamente, valutano i rischi delle aziende interessate, definiscono le necessarie misure di prevenzione dei rischi stessi e identificano il residuo potenziale rischio, definiscono i tassi anche sulla base di tariffari ove esistono o di casi precedenti, calcolano i premi, redigono i testi di clausole particolari e/o forniscono assistenza e consulenza nella fase assuntiva – analisti di rischi aziendali specialisti in prevenzione;
m) specialisti che svolgono attività di consulenza riferita a problematiche giuridiche di particolare complessità e/o curano il contenzioso avanti all’Autorità giudiziaria ed amministrativa mediante l’istruttoria sui fatti e lo studio delle problematiche di diritto delle controversie, la predisposizione della traccia delle scritture di causa e forniscono inoltre le specifiche istruzioni ai legali esterni che rappresentano la Compagnia in giudizio – consulenti legali esperti;
n) specialisti che sovrintendono a cantieri edili relativi alla costruzione o alla rilevante ristrutturazione di stabili dell’impresa – sovrintendenti cantieri edili.
Posizione Organizzativa 2 – 5° livello
Appartengono a questa posizione organizzativa:
lavoratori/trici che siano preposti in via permanente, quali responsabili, ad attività di coordinamento e controllo di un gruppo di lavoratori/trici parte dei quali svolgono mansioni per cui è previsto l’inquadramento nell’Area professionale B, posizione organizzativa 1 o che siano preposti a coadiuvare in via permanente il C.U. nei suoi compiti e/o che, in autonomia e in via continuativa e – ancorché non prevalente – qualitativamente e quantitativamente significativa, avendo acquisito una specifica competenza, svolgono compiti di particolare contenuto tecnico – professionale e/o forniscono assistenza e consulenza per problemi complessi.
Profili – A titolo esemplificativo rientrano in questa posizione organizzativa:
a) vicecapiufficioodiispettoratosinistriodialtreunitàcomunquedenominate,identificati dalla prima parte della declaratoria;
b) lavoratori/triciche, operando sulla base di procedure relative ai sistemi contabili concorrono in modo significativo alla redazione o alla verifica del bilancio dell’azienda – addetti alla redazione del bilancio – addetti all’auditing di bilancio;
c) lavoratori/trici che – operando nei rami CAR, montaggio e guasti macchine, credito, cauzioni, trasporto merci, rischi industriali incendio, rischi dell’elettronica, rischi aerospaziali, r.c. da inquinamento, r.c.d. grandi rischi – esplicano attività ispettiva di carattere assuntivo e/o promozionale;
d) lavoratori/triciche–operandoneiramiCAR,montaggioeguastimacchine,credito, cauzioni, trasporto merci, rischi industriali incendio, rischi dell’elettronica, rischi aerospaziali, r.c. da inquinamento, r.c.d. grandi rischi – sulla base della documentazione ricevuta o raccolta direttamente, di tariffari ove esistano, di casi precedenti assimilabili, valutano i rischi, definiscono i tassi, calcolano i premi e redigono i testi di clausole particolari e/o forniscono consulenza ed assistenza nella fase assuntiva e/o esercitano il controllo tecnico dei rischi assunti – assuntori dei predetti rami;
e) lavoratori/trici i quali, anche per l’esperienza maturata nella posizione organizzativa inferiore, trattino con autonomia decisionale e operativa danni di rilevanza economica e tecnica a cose e/o persone effettuando la perizia e la liquidazione – liquidatori, periti/liquidatori;
f) lavoratori/triciche, avendo acquisito una specifica competenza,forniscono assistenza e consulenza alle strutture periferiche per la valutazione, trattazione e liquidazione dei danni – corrispondenti sinistri;
g) lavoratori/trici che esplicano attività ispettiva organizzativa proponendo,tral’altro,la nomina di agenti, la dimensione dell’area territoriale delle agenzie in relazione al portafoglio delle stesse nonché alla potenzialità del mercato, verificando e controllando l’efficienza e la produttività di zone loro affidate;
h) lavoratori/trici che svolgono gli accertamenti revisionali presso le strutture aziendali e/o i punti di vendita, predisponendo in autonomia la documentazione relativa a ciascun incarico di lavoro; verificano lo sviluppo degli incarichi affidati a loro e/o ad altri lavoratori/trici ed il conseguimento degli obiettivi previsti, proponendo, sulla base delle risultanze emerse dall’attività revisionale, gli interventi necessari; concorrono altresì alla definizione delle metodologie e delle procedure di revisione – ispettori senior amministrativi e contabili;
i) lavoratori/trici che, nell’ambito delle indicazioni (analisi funzionale, analisi tecnica, disegno tecnico) ed avvalendosi anche di soluzioni esistenti, progettano metodi e procedimenti per il trattamento informatico dei dati, individuano gli scopi del lavoro, i risultati da ottenere, le fonti di informazione al fine di definire le fasi di elaborazione, i dati, le procedure, i procedimenti di calcolo, i flussi di lavoro, anche traducendo in applicazioni informatiche (programmi) i problemi tecnici e/o amministrativi affrontati attraverso l’utilizzo degli opportuni linguaggi di programmazione – analisti, analisti/programmatori;
j) lavoratori/trici che provvedono in modo autonomo alla manutenzione ordinaria di stabili di proprietà dell’impresa effettuando sopralluoghi, sorvegliando gli operai delle ditte appaltatrici, eseguendo controlli di merito sulle fatture ed autorizzandone il pagamento – controllo cantieri edili;
k) lavoratori/tricicheesplicanoattivitàdistudioodiricercaconmansionichecomportano una particolare incidenza sulle procedure interne o sull’immagine aziendale ovvero che comportano elaborazioni tecniche complesse di carattere matematico – attuariale in materia assicurativa e/o finanziaria (p.es.: analisti senior di organizzazione, consulenti legali, attuari);
k bis) lavoratori/trici addetti ai sistemi informativi che,nell’ambito delle direttive ricevute da parte degli specialisti, contribuiscono allo studio, alla sperimentazione ed alla realizzazione di architetture ed infrastrutture tecnologiche, ovvero si dedicano all’esercizio ed al presidio di queste ultime nell’ottica della migliore efficienza e funzionalità del sistema informativo aziendale – addetti ai sistemi;
l) lavoratori/trici che normalmente trattano in autonomia pratiche in lingue estere – corrispondenti di concetto in lingua estera;
m) lavoratori/trici che, anche per l’esperienza maturata nella posizione organizzativa inferiore, curano in autonomia la ricerca e la selezione del personale. A tal fine rilevano le caratteristiche della posizione da ricoprire e quelle tipo dei candidati da ricercare, contattano eventualmente istituti specializzati, concorrono alla definizione di supporti metodologici atti alla selezione, espletano in autonomia le diverse fasi dell’iter di selezione – tecnici di ricerca e selezione del personale;
n) lavoratori/trici iscritti agli albi professionali con compiti di particolare contenuto tecnico-professionale, per i quali l’azienda richiede tale iscrizione.
Posizione Organizzativa 1 – 4° livello
Appartengono a questa posizione organizzativa i lavoratori/trici che svolgono in via continuativa e – ancorché non prevalente – qualitativamente e quantitativamente significativa attività impiegatizie di concetto operativamente autonome nei limiti delle direttive di carattere generale impartite dal diretto superiore gerarchico.
Profili – A titolo esemplificativo rientrano in questa posizione organizzativa:
a) lavoratori/tricichesullabasediprocedurerelativeaisistemicontabiliedamministrativi in uso nell’azienda rilevano, riscontrano, ordinano dati anche diversi; elaborano situazioni riepilogative, computi, rendiconti ed effettuano imputazioni di conto di centri di spesa e di profitto; provvedono ad aggiornare situazioni di conto corrente, redigono tabelle statistiche, di raffronto e simili (es.: addetto alla contabilità agenzie, addetto alla contabilità fornitori, addetto alla contabilità banche, addetto alla contabilità generale, addetto all’amministrazione del personale, addetto alla contabilità industriale od analitica, addetto alla cassa, addetto alla contabilità bilancio, addetto agli uffici arretrati);
b) lavoratori/triciche, operando nei rami diversi da quelli indicati al precedente profilo c) della posizione organizzativa 2, sulla base della documentazione ricevuta e di tariffari, valutano i rischi, definiscono i tassi, calcolano i premi, redigono le clausole particolari ed esercitano il controllo dei rischi assunti rispetto alle tariffe ed alle norme interne – assuntori;
c) lavoratori/trici che trattano danni a cose e/o persone di non particolare rilevanza economica e tecnica effettuando la perizia e/o la liquidazione ovvero forniscono assistenza alle strutture periferiche per la trattazione dei danni – periti, periti/liquidatori, liquidatori, corrispondenti sinistri;
d) lavoratori/trici che, operando nei rami diversi da quelli indicati al precedente profilo c) della posizione organizzativa 2, esplicano attività ispettiva di carattere assuntivo e/o promozionale;
e) lavoratori/trici che in applicazione dei sistemi e delle metodologie di revisione previste in azienda, svolgono gli accertamenti revisionali presso le strutture aziendali e/o i punti di vendita al fine di verificare la corretta applicazione delle norme e procedure aziendali in materia e di accertare l’efficacia del sistema di controllo interno, segnalando le eventuali carenze – ispettori amministrativi e contabili;
f) lavoratori/trici che esplicano attività di studio o di ricerca in supporto ad altri addetti (addetti agli studi economici e statistici, addetti ai calcoli attuariali, addetti alla consulenza legale o finanziaria, analisti di organizzazione, addetti alle evidenze presso le Conservatorie dei Registri immobiliari e gli Uffici Catastali);
g) lavoratori/tricicheneicentrielaborazionedatipredispongonolemacchineall’esecuzione dei lavori, ne verificano il funzionamento e preparano i supporti necessari in funzione della pianificazione dei lavori e/o gestiscono l’operatività del sistema attraverso dispositivi di consolle scriventi o video – controllori di sistema; operatori; operatori consollisti, consollisti;
h) lavoratori/trici che, attraverso l’utilizzo degli opportuni linguaggi di programmazione, traducono in applicazioni informatiche (programmi) i problemi tecnici e/o amministrativi componendo i relativi diagrammi, controllandone i risultati ed effettuando i necessari interventi di manutenzione correttiva e/o evolutiva – programmatori;
i) lavoratori/trici che nei centri elaborazione dati definiscono caratteristiche, temp ie modalità di esecuzione dei lavori da eseguire e le risorse necessarie a tal fine – schedulatori;
j) lavoratori/trici che sulla base delle procedure relative al sistema contabile in uso nell’azienda, provvedono alle operazioni di entrata e di uscita di cassa con maneggio di denaro, titoli, effetti, ecc., ed ai quali sia accollato il relativo rischio – cassieri;
k) traduttori in lingua estera e/o stenodattilografi in lingua estera;
l) lavoratori/trici che, svolgendo compiti per i quali è contrattualmente previsto un inquadramento nell’Area professionale C – 3° livello retributivo, sono anche preposti in via permanente al coordinamento di lavoratori/trici che svolgono anch’essi compiti per i quali è previsto un inquadramento contrattuale nell’Area professionale C –
3° livello retributivo – capi reparto;
m) lavoratori/trici che svolgono compiti di segretario/assistente effettuando la rassegna stampa, selezionando la posta in arrivo, eseguendo compiti amministrativi di carattere riservato, organizzando riunioni – segretari di direzione, segretari unici di dirigente;
n) lavoratori/trici che avvalendosi di strumenti tecnici e procedure esistenti,provvedono a tradurre e a gestire mediante programmi, con linguaggio accessibile ai sistemi, soluzioni grafiche per un corretto adeguamento della modulistica alle esigenze operative – addetti alla modulistica elettronica;
o) lavoratori/trici che svolgono compiti di ricerca e di prima selezione del personale, anche avvalendosi di supporti metodologici già in uso (tests, schemi di interviste, prove, ecc.) – addetti alla ricerca e selezione del personale.
Nota a verbale – Le Parti concordano nel valutare che lo svolgimento delle attività di perito/liquidatore, liquidatore e corrispondente sinistri di cui al profilo c) della posizione organizzativa 1 determini una progressiva acquisizione di competenze professionali tali da permettere di trattare, liquidare e gestire con autonomia decisionale danni di rilevanza economica e tecnica.
Di conseguenza, dopo 3 anni di permanenza nella mansione di cui sopra, sarà attuato, di norma, il passaggio alla posizione organizzativa 2. Nel caso di personale assunto con contratto di apprendistato professionalizzante, il passaggio alla posizione organizzativa 2 sarà attuato, di norma, alla scadenza del periodo previsto dal contratto di apprendistato.
Nei casi in cui ciò non dovesse avvenire, l’azienda ne esporrà le ragioni al lavoratore/trice interessato, che potrà farsi assistere dall’Organizzazione Sindacale cui aderisce o conferisce mandato.
Agli effetti di cui sopra, per il personale in servizio alla data di entrata in vigore del presente CCNL, si terrà conto del periodo di permanenza nelle mansioni predette già maturato a tale data.
AREA PROFESSIONALE C – 3° livello
Declaratoria – Appartengono a quest’Area professionale:
– lavoratori/trici che sulla base di norme, procedure o prassi prestabilite svolgono in via continuativa e – ancorché non prevalente – qualitativamente e quantitativamente significativa attività impiegatizie d’ordine di natura tecnica e/o amministrativa ovvero svolgono in modo promiscuo attività impiegatizie esecutive congiunte ad attività, anche manuali, ausiliarie al funzionamento degli uffici;
– lavoratori/trici che svolgono attività manuali complesse che richiedono specializzazione o comportano l’uso, la manutenzione o la riparazione di apparecchiature di particolare complessità o valore.
Profili – A titolo esemplificativo rientrano in quest’Area professionale:
a) lavoratori/trici che sulla base di norme, procedure o prassi prestabilite e/o seguendo istruzioni dettagliate, svolgono compiti esecutivi per la classificazione, il confronto, la verifica, la correzione, la trascrizione e la totalizzazione di dati, la codifica, la spunta di tabulati, compilando a mano o a macchina distinte, moduli, prospetti, lettere prestampate (es.: contabili d’ordine, codificatori, protocollatori);
b) lavoratori/trici che, anche avvalendosi di supporti elettronici,svolgono semplici compiti di riscontro su polizze ed appendici, effettuando, in caso di errore, i conseguenti rilievi – addetti alla verifica polizze ed appendici;
c) lavoratori/trici che svolgono compiti di stenografia e/o dattilografia, provvedendo secondo procedure stabilite alla redazione, su indicazione dei contenuti, di corrispondenza e/o promemoria, prospetti, tabelle statistiche, situazioni riepilogative, alla registrazione, classificazione ed archiviazione delle pratiche relative – stenodattilografi, stenografi, dattilografi, dattilografi in lingua estera, segretari;
d) lavoratori/trici che eseguono in base a criteri prestabiliti attività di registrazione/ immissione a sistema di dati numerici e/o alfabetici rilevati da documenti, nonché di verifica circa l’esattezza delle registrazioni già effettuate provvedendo alle relative correzioni – addetti al data entry;
e) lavoratori/trici che operano su apparecchiature utilizzate nell’ambito dei c.d. sistemi in “tempo reale” od altre apparecchiature con mansioni comportanti la registrazione od impostazione di dati comunque già prefissati e/o predisposti, la semplice trasmissione di dati a distanza, ovvero la semplice lettura ed eventuale trascrizione di dati in diverso linguaggio grafico;
f) lavoratori/trici che svolgono compiti di preparazione, verifica, catalogazione,selezione e conservazione di documenti ed incarti in genere, anche effettuando le operazioni previste dai sistemi di microfilmatura – archivisti;
g) lavoratori/trici che operano al centralino telefonico e/o alle apparecchiature telescriventi per la registrazione e la trasmissione delle telecomunicazioni – centralinisti, telescriventisti;
h) lavoratori/trici che sulla base di norme,procedure o prassi prestabilite svolgono compiti di tenuta dei documenti di carico e/o scarico di stampati, cancelleria, materiali vari di economato, attrezzature, dotazioni ed arredi di ufficio, delle relative registrazioni, delle compilazioni, a mano od a macchina, di ordini e/o richieste – addetti al magazzino;
i) lavoratori/trici addetti al ricevimento e smistamento della posta in arrivo,confezionamento, affrancatura e spedizione della posta in partenza – addetti all’ufficio posta;
j) lavoratori/trici che svolgono autonomamente le mansioni assegnate con un intervento particolare su attrezzi, macchine ed impianti che consenta la conduzione, la manutenzione e la riparazione ai fini del regolare funzionamento e la riattivazione di apparecchiature guaste e/o la riparazione o la costruzione di carattere artigianale di attrezzi e beni – operai specializzati, addetti al funzionamento delle macchine del centro stampa;
k) i capi commessi nelle imprese con più di 50 dipendenti.
AREA PROFESSIONALE D (2° livello retributivo)
Declaratoria – Appartengono a quest’Area professionale i lavoratori/trici che svolgono attività manuali e/o ausiliarie al funzionamento degli uffici, per abilitarsi alle quali occorrono semplici conoscenze professionali e/o per le quali è richiesto un certo periodo di pratica.
Profili – A titolo esemplificativo rientrano in quest’Area professionale:
a) lavoratori/trici che siano addetti ad attività di portierato e/o di custodia sia diurne che notturne – portieri o custodi di palazzo adibito unicamente a sede della Compagnia, guardiani diurni o notturni;
b) lavoratori/trici che svolgono compiti semplici di manutenzione di macchinari o di impianti e/o collaborano con gli operai specializzati, coadiuvandoli nel lavoro – operai qualificati;
c) lavoratori/trici addetti alla guida di mezzi di locomozione anche quando eseguono la manutenzione ordinaria e le piccole riparazioni dei mezzi loro affidati – autisti;
d) lavoratori/trici che accompagnano ospiti, trasferiscono e/o recapitano pratiche e/o plichi, eseguono fotocopiature e riordino di documenti e svolgono attività simili – commessi, fattorini.
AREA PROFESSIONALE E (1° livello retributivo)
Declaratoria – Appartengono a quest’Area professionale i lavoratori/trici che svolgono attività manuali semplici.
Profili – A titolo esemplificativo rientrano in quest’Area professionale:
a) personale di fatica;
b) personale di pulizia.
Nota a verbale n. 1 – Qualora le mansioni elencate al presente articolo dovessero essere
attribuite o modificate nel corso del rapporto di lavoro, l’impresa provvederà a darne comunicazione per iscritto all’interessato.
Nota a verbale n. 2 – Poiché l’evoluzione tecnologica ha ormai portato ad un generalizzato utilizzo dei terminali video come normale supporto tecnico per lo svolgimento delle proprie mansioni, l’utilizzo del terminale di per sé – fatta eccezione per i lavoratori/trici di cui al profilo e) dell’Area professionale C – 3° livello retributivo non è caratterizzante di una specifica mansione e rappresenta un fatto irrilevante agli effetti dell’inquadramento.
Con riferimento ai lavoratori/trici di cui al profilo e) dell’Area professionale C – 3° livello retributivo, le imprese procureranno di evitare, comunque, che gli stessi operino in modo esclusivo ai terminali video. L’uso prevalente dello stesso è comunque escluso per i lavoratori/trici inquadrati nella posizione organizzativa 1 dell’Area professionale B.
Dichiarazione in calce alla nota a verbale n. 2 – Le Parti si danno atto che il concetto di prevalenza di cui all’ultima frase del 2° comma della “nota a verbale” n. 2 del presente articolo, se rigidamente riferito al mero tempo di utilizzazione del terminale video e non al modo di utilizzazione dello stesso, potrebbe essere in contraddizione con l’evoluzione delle specifiche organizzazioni del lavoro nelle imprese.
Pertanto, fermo restando che:
– dovranno essere salvaguardate le esigenze ergonomiche e di tutela della salute;
– per i lavoratori/trici di concetto, il rapporto con il terminale video deve restare orientato ad un suo utilizzo strumentale alle mansioni affidate, rispetto alle quali l’attività di
data entry non potrà che essere non prevalente e, quindi, accessoria.
incontri di verifica sulla corretta applicazione di quanto sopra saranno effettuati su richiesta delle RSA.

CCNL ANIA per i dipendenti imprese di assicurazione non dirigenti

Articolo precedente in questo testo: Inquadramentp
Articolo corrente: Art. 89
Articolo successivo in questo testo: Responsabilità civile e/o penale connessa alla prestazione

made with   Pingendo logo