Untitled Document


RSA Unicredit Vicenza: pressioni commerciali e whistleblowing

Prendiamo in esame un altro tema della nostra vertenza: le PRESSIONI COMMERCIALI.

Non abbiamo trovato risposte in sede di conciliazione in quanto per l’azienda esistono solo “politiche commerciali” volte al raggiungimento degli obiettivi e ci hanno detto che i manager hanno ricevuto adeguata formazione e sensibilizzazione.

La banca si dichiara inoltre assolutamente disponibile a valutare comportamenti non in linea con il protocollo Unicredit sul benessere nei luoghi di lavoro e sulle politiche commerciali e con l’accordo nazionale su politiche commerciali e organizzazione del lavoro.

Al di là delle dichiarazioni l’azienda finora non ha fatto nulla di sostanziale. Le numerose segnalazioni hanno sortito pochi effetti, al massimo qualche richiamo ai manager più “accesi”.

I colleghi con la mobilitazione hanno sancito l’insostenibilità di questo modello ma nelle Aree non sono cambiati stili, politiche commerciali e, di conseguenza, pressioni commerciali (noi continuiamo a chiamarle così).

E quindi? Cosa possiamo fare?

Dobbiamo continuare a monitorare il fenomeno e dobbiamo usare gli strumenti che l’azienda stessa ci mette a disposizione! In qualche assemblea abbiamo parlato del WHISTLEBLOWING.

E’ uno strumento con il quale possiamo/dobbiamo segnalare ogni “comportamento illegittimo o non etico”.

Vi invitiamo a consultare la sezione a Portale al percorso Strumenti Operativi – Normativa – Whistleblowing dove trovate le FAQ, le modalità e i canali per la trasmissione delle segnalazioni.

L’azienda tratta questo strumento con la massima serietà: le segnalazioni vengono analizzate, approfondite e, in caso di necessità, vengono presi provvedimenti volti a risolvere le situazioni anomale.

Nell’ultimo anno le segnalazioni fatte dai colleghi sono state poche decine. Ora chiediamo a tutti un’assunzione di responsabilità. Come dichiarato nel portale aziendale “dobbiamo anche avere un ruolo attivo nel segnalare ogni comportamento inappropriato e le azioni contrarie alla legge”. Se le giuste e motivate segnalazioni saranno centinaia (se non migliaia), la banca avrà una mappatura dei reali comportamenti nei vari territori e non potrà più negare o minimizzare il problema.

Naturalmente vi chiediamo di continuare a segnalare queste problematiche anche al vostro rappresentante sindacale.

Vicenza, 27/11/2018

Le RSA della provincia di Vicenza
Fabi - First Cisl - Fisac Cgil - Uilca - Unisin