Untitled Document


Monte Paschi: incontro DTR Verona e Vicenza - assemblee a Vicenza

Nei giorni scorsi si è tenuto a Verona il previsto incontro tra Banca e OO.SS. con all'ordine del giorno la situazione della DTR di Verona e Vicenza e le DTC/DTP insistenti sul territorio: alla riunione hanno partecipato le RSA territoriali e, per parte aziendale, i GRU della DTR Rolando Marcheselli e Giada Pegoraro, l'addetta Erika Tiezzi e la GRU delle DTC e DTP Claudia Premi.

Le OO.SS. hanno sviluppato i temi di discussione cercando di verificare l'esistenza di punti di miglioramento rispetto all'ultima sessione tenutasi in aprile.

Si sono affrontati i seguenti temi:

DIMISSIONI: aumento nel biennio che, a detta del sindacato, è conseguenza del pessimo clima aziendale. Conferma della banca sul numero in aumento (15 dimissioni dal 2017 su un totale di 78 per tutta l'area) ma non sulle motivazioni/cause, imputate ad altri fattori (sviluppo professionale, incrementi economici).

ORGANICI: si sono chiesti chiarimenti sul fatto che l'azienda dichiara un surplus di 32 unità (con una ventina di filiali sovra organico), contro un evidente fabbisogno di personale. Il GRU Marcheselli ha trovato motivazione tra la discrepanza del dato fornito dall'Azienda e quanto percepito dai lavoratori nel numero di part time della zona (26%). A detta della Direzione, anche il passaggio di alcune filiali da Paschi Valore a Modulo Commerciale non ha comportato né comporterà ulteriori riduzioni di organico nelle unità produttive interessate.

UFFICIO ESTERO: Si sono sottolineate le difficoltà incontrate nel settore Crediti degli Uffici Estero, per quanto riguarda il nuovo applicativo.

FORMAZIONE: alle richieste di informazioni sul livello di superamento dei test MIFID, Marcheselli ha risposto che è stato superato dal 100% degli interessati. Si sono fatti presenti dei problemi operativi nell'applicazione del modello di servizio che riguarda l'avvio del Polo Supporti operativi, in particolare per quanto riguarda il mondo Corporate, con richiesta (accettata) di intervenire con formazione ad hoc in loco per supportare quei colleghi che debbano svolgere quelle attività a loro ignote, prima svolte dai supporti operativi.

A margine dell'incontro si è proceduto ad un confronto con il DTR Forino Felice Luca in tema di pressioni commerciali e sugli atteggiamenti corretti da tenere da parte dei settoristi e della Direzione Commerciale, che, a sua detta, devono essere di supporto alle attività commerciali delle filiali (purtroppo nella realtà troppo spesso invece meri controllori!).
Il DTR si è definito, in linea generale, soddisfatto degli obiettivi raggiunti (nonostante fossero particolarmente impegnativi), e ha ribadito l'importanza di monitorare e limitare i rischi operativi.

In merito alla condivisione del calendario OUTLOOK, le parti aziendali hanno ribadito la piena volontarietà della stessa.
La riunione si è conclusa con l'impegno da parte della Direzione di verificare eventuali "anomalie" nell'agire dei settoristi e dei commerciali, specie in merito alla richiesta continua di dati certi e previsionali di vendita che, ricordiamo, si deve limitare alla compilazione serale del format presente nel team site.
In fine, parlando nella fattispecie del nuovo settorista Premium arrivato di recente a Vicenza, abbiamo sottolineano con determinazione che taluni comportamenti "anomali" che ci sono stati comunicati da alcuni colleghi, non dovranno essere in alcun modo tollerati. Su questo abbiamo trovando una piena sintonia e condivisione, con la gestione delle risorse umane.

ANTICIPIAMO CHE SARA' NOSTRA INTENZIONE ORGANIZZARE, QUANTO PRIMA POSSIBILE, DELLE ASSEMBLEE SUL TERRITORIO DI VICENZA.

Vicenza, 19/12/2018
Le Rappresentanze Sindacali Aziendali di Vicenza
Banca Monte dei Paschi di Siena