Untitled Document


Cassa Centrale Banca (CCB): Segreterie a confronto

Si è svolto ieri pomeriggio, in quel di Trento, il primo incontro tra le Segreterie Nazionali di settore con il costituito Gruppo Cooperativo Cassa Centrale Banca.

Tale incontro era stato da tempo sollecitato dalle stesse Segreterie Nazionali e necessitato per dare l’avvio all’interlocuzione sindacale anche in questo Gruppo Cooperativo.

In rappresentanza di CCB erano presenti l’Amministratore Delegato Sartori, il Vice Direttore Generale Bolognesi e il Responsabile Relazioni Sindacali Risorse Umane Del Buono e il Responsabile Ufficio del Personale Tavagnutti.

Le Segreterie Nazionali supportate dalla presenza di Dirigenti Sindacali appartenenti al Gruppo CCB hanno esposto in modo ampio e particolareggiato le motivazioni e le aspettative che discendono da questo primo formale incontro.

Il primo e complesso ambito di confronto si dovrà programmare appena verrà definito da CCB il piano operativo strategico, che passerà il vaglio della BCE e della Commissione Europea, e che fornirà la reale portata degli assetti e interventi sul modello di Banca Cooperativa che verrà adottato da CCB stessa.

La semplificazione informatica, la rete sportelli, la tipologia di prodotti e servizi Bancari rivolte alle famiglie, ai soci, alle comunità sarà la cartina di tornasole per misurare la effettiva specificità del Gruppo Cooperativo inserito a pieno titolo in una dimensione nazionale.

Le Segreterie Nazionali hanno ribadito come in questo momento non si possa prescindere dalla centralità del valore del fattore umano e come tutti i Collaboratori del Gruppo debbano essere pienamente coinvolti e valorizzati per diventare parte attiva e protagonisti in questa fase di profondo cambiamento del settore.L’A.D. Sartori dopo aver dichiarato la disponibilità al dialogo con le parti sociali ha rimarcato come la diminuzione dello stock di NPL gestito in questa fase abbia fornito un forte segnale di positività al Regolatore Europeo oltre ad un evidente ritorno di redditività, migliorando i parametri e i fondamentali economici di bilancio.

I prossimi appuntamenti in CCB vedranno le OO.SS. impegnate sulle tre procedure di fusione avviate in Trentino e Veneto.

Queste procedure di legge e contratto saranno quindi un primo reale e impegnativo momento di confronto tra le Parti e consentiranno di misurare le reali volontà e le buone prassi del settore Cooperativo che a detta dell’Amministratore Delegato devono essere di riferimento centrale per questo Gruppo Cooperativo.

Le Segreterie Nazionali, unitamente alle costituende delegazioni di gruppo, saranno a supporto delle loro strutture sindacali e seguiranno il prosieguo delle relazioni sindacali in CCB con grande attenzione e spirito altrettanto costruttivo.

LE SEGRETERIE NAZIONALI
FABI FIRST/CISL FISAC/CGIL SINCRA/UGL UIL CA
Roma, 10 maggio 2019