Untitled Document


Produttori Generali: incontro per l’informativa annuale

Nella giornata di giovedì 2 maggio a Milano si è tenuto un incontro tra le scriventi OO.SS e l’Azienda in merito all’informativa annuale sui Produttori di Generali Italia.

La Compagnia, in presenza del nuovo Direttore Vendite dott. Tedesco, all’inizio dell’incontro ha presentato i dati relativi al 2018 (dati purtroppo non molto confortanti) per quanto riguarda il rapporto inserimenti/cessazioni nell’organico, la copertura OP sul territorio nazionale, il numero di lettere monitorie inviate e i dati sulla produzione vita e danni, nonché l’incidenza della rete rispetto a quanto acquisito l’anno passato.

L’Azienda ha ribadito la centralità della rete OP, considerato che il 55% della produzione vita e il 40% delle acquisizioni danni nel 2018 sono dovute al lavoro di tutte le colleghe e di tutti i colleghi del comparto.

Nonostante tale rassicurazione, le OO.SS. hanno espresso notevole perplessità, a causa del preoccupante dato sulle lettere monitorie: nel 2018 sono state 55 le contestazioni ai danni di OP con anzianità importanti, da 10 anni in su, che diventano 65 se si considerano i provvedimenti comminati a produttrici e produttori con almeno cinque anni di servizio.

Altro dato negativo è risultato essere il rapporto inserimenti/cessazioni: nel 2018, si sono chiusi 16 rapporti di lavoro in più rispetto alle immissioni in ruolo. In merito a tale problematica, l’Azienda ha annunciato un piano di recruiting che prevederà il coinvolgimento della rete e la creazione di una struttura aziendale dedicata.

Le OO.SS., non valutando sufficiente questa misura, hanno evidenziato come le difficoltà a trattenere le lavoratrici e i lavoratori in Azienda siano dovute anche alle scarse possibilità di carriera, nonostante il livello di preparazione delle lavoratrici e dei lavoratori sia elevato: il 50% degli OP possiede almeno una laurea o ha conseguito un master.

L’Azienda ha risposto che se si dovessero creare nuove opportunità anche i membri della rete verranno presi in considerazione, ma l’interesse della Compagnia è sviluppare ulteriormente l’organizzazione produttiva, in quanto rappresenta un unicum nel panorama commerciale nazionale.

Le OO.SS. hanno poi chiesto chiarimenti sulle funzioni “Dimostrazione rappel” e “Dimostrazione provvigioni”, sistematicamente sbagliate e non aggiornate, come lamentato dalla quasi totalità della rete nei primi tre mesi dell’anno.

L’Azienda, tramite l’IT, ha risposto che tale problematica è in fase di risoluzione, ma, per evitare il ripetersi di questi inconvenienti, l’IT ha la necessità di conoscere la meccanica rappel del prossimo anno almeno un paio di mesi prima della fine di questo.

Sempre in un’ottica di miglioramento delle condizioni lavorative e di produttività è stata chiesta all’Azienda ed è stato ottenuta l’istituzione di un tavolo tecnico permanente ove portare tutte le problematiche relative a reportistica, vendita digitale e utilizzo tablet.

Il Sindacato ha concordato infine un successivo incontro che si svolgerà nelle prossime settimane con il dott. Tedesco al fine di comprendere e contribuire fattivamente agli indirizzi aziendali futuri riguardanti la rete OP.

Le scriventi OO.SS restano a disposizione per qualsiasi chiarimento e continuano a monitorare la situazione, in difesa dei diritti di tutte le lavoratrici e di tutti i lavoratori del comparto della produzione assicurativa di Generali Italia.

Milano, 9 maggio 2019
Le R.S.A. FIRST/CISL FISAC/CGIL FNA SNFIA UILCA