Banca Popolare di Vicenza: “Alla prova dei fatti”



Si è svolto ieri un primo incontro con la Delegazione Aziendale. Giudichiamo positivo che l’Azienda abbia dimostrato la volontà di riaprire un dialogo con il Sindacato e posto le condizioni per riaprire un confronto.

Abbiamo riproposto all’Azienda i temi che formano il MANDATO ricevuto dai lavoratori nelle assemblee:
PREMIO AZIENDALE – PRESSIONI COMMERCIALI – PART-TIME

Sul tema del PREMIO AZIENDALE (VAP) abbiamo avuto la conferma della convocazione delle delegazioni aziendali di DIRCREDITO – FIBA/CISL – FISAC/CGIL e UGL congiuntamente alle Segreterie Nazionali presso la Sede ABI a Roma nella mattina di venerdì 28 p.v. per discutere del PREMIO AZIENDALE secondo le previsioni dettate dall’art. 48 del vigente CCNL.

Sul tema delle PRESSIONI COMMERCIALI abbiamo riportato all’Azienda il clima estremamente pesante che grava sulla rete commerciale e abbiamo segnalato una casistica di situazioni che, oltre a creare forti pressioni sui colleghi, si possono configurare come vere e proprie violazioni di normative interne e di legge. Ultima, solo in ordine di tempo, l’iniziativa dell’apertura e dell’attivazione massiva delle carte C/CONTO senza la presenza fisica e il consenso scritto del diretto interessato. Il Responsabile della Direzione Personale si è dimostrato estremamente sensibile al tema del rispetto delle norme e delle regole e si è detto aperto e disponibile a ricevere tutte le segnalazioni utili a poter garantire in Azienda la corretta osservanza della normativa ed ha fatto un rinnovato appello -rivolto a tutti- ad un pieno rispetto delle regole.

Sul tema del PART-TIME abbiamo proposto all’Azienda forme innovative che possano andare incontro prioritariamente alle esigenze di chi ha carichi familiari per la cura di bambini piccoli o di familiari anziani. L’Azienda da questo punto di vista si è detta anche disponibile a valutare l’adozione di graduatorie che possano regolamentare l’accesso al part-time attraverso criteri condivisi e trasparenti.

L’Azienda -per parte sua- ci ha nuovamente manifestato la volontà di attivare un FONDO DI SOLIDARIETA’.
Le nostre posizioni da questo punto di vista sono note e molto chiare: dovrà essere un Fondo attivato su base esclusivamente VOLONTARIA, dovrà prevedere un ricambio generazionale e produrre NUOVA e STABILE OCCUPAZIONE, dovrà infine salvaguardare i colleghi da eventuali ulteriori MODIFICHE DELLE NORME PENSIONISTICHE.

L’Azienda si è detta anche disponibile a fare una verifica congiunta sull’applicazione del nuovo modello delle Filiali a stella e del prolungamento dell’orario di lavoro. Nell’immediato, a seguito delle informazioni ricevute dalle strutture di rete e dalle nostre segnalazioni, l’Azienda ha ritenuto corretto sospendere per i mesi di luglio e agosto l’adozione dell’orario prolungato per non compromettere la piena operatività delle filiali e il rispetto dei piani ferie già validati.

Ovviamente ricercheremo sempre una SOLUZIONE POSITIVA al complesso di tutte le questioni poste sul tavolo, nell’ottica di ricercare formule che siano di piena soddisfazione per tutti. Valuteremo con molta attenzione se i prossimi incontri si svolgeranno in un clima di ritrovata fiducia e di correttezza.
Martedì prossimo siamo già stati convocati dall’Azienda per proseguire il confronto a livello di Gruppo.
Dopo tante parole, dopo tanti rinvii, dopo tanti silenzi, attendiamo la prova dei fatti.

ALLEGATO
Comunicato unitario

Share on facebook
Share on twitter
Share on print
Share on email
Share on whatsapp