Banca Popolare di Vicenza: prorogati i termini della disdetta del CIA



Nella giornata di ieri abbiamo sottoscritto con l’Azienda un verbale d’intesa che garantisce finalmente una PROROGA DEI TERMINI DELLA DISDETTA della CONTRATTAZIONE INTEGRATIVA di GRUPPO insieme all’impegno condiviso dalle parti a dare avvio ad una serie sistematica econtinuativa di incontri.
Il differimento dei tempi della disdetta al 31 marzo,pur nell’oggettiva brevità dei termini, acquisisce oggi un significato molto importante perché contribuisce a sanare gli effetti di un atto unilaterale e riconosce la volontà di avviare unpercorso partecipativo di confronto che veda direttamentecoinvolti Azienda, Sindacato e lavoratori.

CONFRONTO sulla PIATTAFORMA

Un confronto concreto sui contenuti: presupposto essenziale per il buon esito di qualsiasi negoziato.
I nostri Comitati Direttivi congiunti hanno già fatto un’ampia ricognizione delle diverse materie in discussione, hanno raccolto molte indicazioni da parte dei colleghi, vagliato esperienze, elaborato proposte. In questi giorni sta prendendo forma una piattaforma largamente condivisa, sintesi del contributo di molti per la tutela di tutti.

CONFRONTO in ASSEMBLEA

Un confronto aperto nelle Assemblee del Personale, che sono il luogo privilegiato e vitale della partecipazione sindacale. Dalla prossima settimana inizieremo un ciclo di assemblee su tutto il territorio e su tutte le Società del Gruppo. Sentiamoci tutti chiamati a partecipare attivamente a questi momenti di confronto per la discussione della piattaforma e dell’eventuale ipotesi di accordo.

CONFRONTO con l’AZIENDA

Un confronto schietto con la Delegazione aziendale, che eviti inutili tatticismi e si misuri sulla concretezza dei temi. Un confronto che ponga sul tavolo negoziale i diversi istituti contrattuali e misuri i rispettivi interessi. Un confronto che potrà essere anche aspro e duro ma che dovrà basarsi sul riconoscimento della piena legittimità delle Parti, attraverso un rinnovato modello di relazioni sindacali, nel rispetto dei reciproci ruoli e dei relativi mandati.

CONFRONTO per un CONTRATTO DI GRUPPO

Ogni confronto deve essere sempre finalizzato ad un obiettivo. Il nostro obiettivo dichiarato è dare un NUOVO CONTRATTO INTEGRATIVO A TUTTE LE LAVORATRICI E A TUTTI I LAVORATORI DEL GRUPPO BPVI. Non un contratto qualsiasi, non un contratto a tutti i costi… ma un contratto condiviso e sostenibile. Lo ribadiamo ancora con forza: non è pensabile che nel nostro Gruppo convivano norme talvolta assai dissimili tra loro. Occorre colmare i vuoti e armonizzare le tutele.

Siamo consapevoli che il cammino che abbiamo intrapreso non è semplice né scontato. Avremmo potuto percorrere “scorciatoie” più comode e veloci, invocando magari proprio l’urgenza di scadenze impellenti e indipendenti dalla nostra volontà. Se abbiamo chiesto e ottenuto una proroga dei termini è perché siamo convinti che icolleghisapranno apprezzare e valorizzare tutte le fasi del confronto che una procedura di rinnovo della CONTRATTAZIONE INTEGRATIVA richiede.

Organo di Coordinamento Gruppo Banca Popolare di Vicenza
DIRCREDITO – FABI – FIBA/CISL – FISAC/CGIL – UGL

ALLEGATO
Comunicato unitario

Share on facebook
Share on twitter
Share on print
Share on email
Share on whatsapp
Torna su