Sciopero Generale Nazionale – Manifestazione di Vicenza



“Così non va! abbiamo proposte concrete per cambiare l’Italia”

Siamo stati in tanti e in tante a manifestare oggi in piazza a Vicenza.
La Fisac di Vicenza ha partecipato al corteo partito da Via Torino con un suo striscione!

La Cgil di Vicenza segnala che:

sono allarmanti i dati sul lavoro in provincia: ben 56mila persone cercano un impiego (dato ottobre 2014); la disoccupazione ha raggiunto il 7%, ma secondo i sindacati siamo già al 9% in provincia. E la disoccupazione giovanile viene stimata al 22% … La cassa integrazione guadagni ordinaria (CIGO) a fine ottobre aveva raggiunto le 2 milioni e 283 mila ore; la cassa integrazione straordinaria (CIGS) aveva raggiunto sempre a fine ottobre gli 8 milioni e 272 mila ore; infine la cassa in deroga (CIG/d) i 2 milioni e 343mila ore. In tutta in provincia di Vicenza sono state autorizzate al 31 ottobre 2014 12milioni e 898 mila ore di Cassa integrazione. Un numero notevole il cui trend si attesta a quello dell’anno scorso.
Cgil e Uil protestano perché la riforma del lavoro sintetizzata nel Jobs Act del Governo non risolverà i problemi occupazionali e anzi renderà più precario il lavoro. I sindacati si lamentano di molti tagli previsti nella legge di stabilità che vanno a colpire i servizi ai cittadini e quindi anche il settore pubblico. Per Cgil e Uil manca una seria politica economica di lungo respiro da parte del Governo. Infine la pubblica amministrazione vive momenti di incertezza a livello lavorativo: il contratto di lavoro da troppo tempo non è stato aggiornato e a tutti i livelli vi sono delle difficoltà.
Lavoratori e pensionati manifestano e scioperano affinché si possa far crescere il paese investendo sul lavoro e aiutando coloro che sono in condizioni di disagio: va accettata la scommessa dell’innovazione e promossa l’equità fiscale.
Il sindacato vuole unire il paese con il lavoro, estendere le tutele e rimettere in moto l’economia.”

Il governo ascolti queste buone ragioni e finalmente cambi il verso di politiche inefficaci e sbagliate!

Share on facebook
Share on twitter
Share on print
Share on email
Share on whatsapp
Torna su