A tutti i lavoratori di Banca Alto Vicentino

write, plan, desk

Nel tardo pomeriggio di ieri abbiamo incontrato la Presidenza e la Direzione di Banca Alto Vicentino, alla presenza del Presidente Salomoni, degli amministratori Drago e Paiusco, del Direttore Generale Rigato, della Vice Direttore Generale Pesavento e della Responsabile del Personale Filippi.

Abbiamo rappresentato tutta la nostra preoccupazione per il clima generale che si vive in azienda e che ci viene giornalmente riportato dai Colleghi, evidenziando le tante fuoriuscite degli ultimi anni, soprattutto del 2019 e del 2020, che hanno coinvolto anche dipendenti storici. Abbiamo espresso particolare preoccupazione in merito allo stress da lavoro correlato che genera, tra l’altro, diminuzione del senso di appartenenza alla banca. Abbiamo anche riportato le lamentele generalizzate sulla difficoltà di comunicazione e sulla carenza di risposte da parte della Direzione del Personale.

Il Presidente e gli amministratori hanno risposto che i tanti cambiamenti avvenuti e quelli ancora in corso (entrata della Capogruppo, nuovo modello organizzativo, il Covid) hanno sicuramente reso più fisiologico il turn over nel mondo bancario, anche nelle Bcc. Quanto alle altre tematiche ci hanno ascoltato con attenzione e si sono impegnati ad analizzare quanto da noi rilevato.

Da parte nostra abbiamo comunicato che effettueremo a breve un’analisi del clima e della situazione aziendale tramite la somministrazione di un questionario che sarà distribuito a tutti i dipendenti, per avere una conferma anche documentale della situazione aziendale. Su tale questionario abbiamo dato anche la nostra disponibilità nel condividerlo con l’Azienda prima della distribuzione.

Abbiamo inoltre fatto presente la necessità di giungere in tempi brevi ad un accordo condiviso relativo ai nuovi profili derivanti dal nuovo modello organizzativo introdotto già nel 2018. Su questo tema ci attendiamo una risposta in tempi brevi da parte dell’Azienda.

Abbiamo segnalato all’azienda che al personale viene richiesto di provvedere all’offerta di prodotti bancari fuori sede. La banca ha segnalato che il personale non è autorizzato ad effettuare tale pratica, pena provvedimenti disciplinari. Sul tema la banca ci ha rappresentato che produrrà specifica circolare esplicativa.

Una volta raccolti gli esiti del questionario, assunti gli sviluppi dell’accordo sul nuovo modello organizzativo e acquisite le analisi da parte della governance di quanto da noi rilevato e rappresentato durante l’incontro, sarà quanto mai necessario vederci tutti insieme in assemblea sindacale.

Vi terremo informati.

Schio, 18 settembre 2020
Le R.S.A. e le Segreterie Regionali e i Coordinamenti Regionali delle Bcc del Veneto
Fabi – First/Cisl – Fisac/Cgil

Comunicato unitario

Share on facebook
Share on twitter
Share on print
Share on email
Share on whatsapp