conference room, table, office

RSA Produttori Generali Italia – Incontro 16 novembre 2020

Nella mattinata di lunedì 16 novembre, si è svolto l’incontro tra l’Azienda e le scriventi OO.SS. relativamente alla mail inviata in data 14 ottobre “punti in sospeso tavolo OP”.

Di seguito elenchiamo le richieste contenute nella mail menzionata e le relative risposte avute:

  • Avere linea guida certe e chiarimenti riguardo alla mail inviata lo scorso 8 settembre sulle mancate approvazioni delle richieste rimborsi viaggio di luglio.In merito alla richiesta di chiarimento sul ritardo nell’erogazione dei rimborsi spese, l’azienda ha specificato che tali rimborsi attengono al CIA, in cui non si indica una tempistica definita di liquidazione. Precisa che tali ritardi sono subordinati all’approvazione del responsabile di zona, al quale, per il mese di luglio, l’Azienda ha chiesto una verifica scrupolosa degli allineamenti di accesso tramite EmployeeUp di ogni OP. L’Azienda propone quale rimedio la possibilità di utilizzare la carta di credito aziendale con addebito dopo due mesi per le spese da esporre in piè di lista.
  • La richiesta di erogare anche per il mese di ottobre il contributo per spese telefoniche di 20€ e in seguito di prevedere che tale riconoscimento continui automaticamente con il perdurare della remotizzazione.
    In merito al riconoscimento del contributo spese telefoniche, l’Azienda ha confermato l’erogazione del contributo di 20 € per il mese di ottobre e, per quanto riguarda il perdurare della remotizzazione, si è riservata di valutare di mese in mese gli sviluppi dello stato emergenziale.
  • La richiesta di mantenere una continua attenzione nei confronti dei Colleghi cd “fragili” attraverso specifici provvedimenti a loro supporto.
    Sul tema dei Colleghi cd “fragili”, l’Azienda ha risposto di aver già attuato provvedimenti volti a rendere più agevole per tali categorie l’accesso alle incentivazioni tramite le disposizioni enunciate nella CR.GI.095.2020. Non sono stati delineati i parametri (temporali e non) che identifichino tali soggetti. Sulla richiesta di estendere agli appartenenti alle categorie protette i provvedimenti previsti per i “fragili” l’Azienda ha espresso disponibilità ad una valutazione.
  • La richiesta di reintroduzione di sovracomputi e sovraprovvigioni per tutta la Rete OP come fu disposto per 2° e 3° bimestre.
    Sulla possibilità della reintroduzione dei sovracomputi e sovraprovvigioni per la totalità della rete l’Azienda ha risposto che non riscontra una frenata nella produzione, precisando inoltre, come la remunerazione ad oggi riconosciuta alla Rete OP risulti in linea con quanto erogato nell’anno precedente. Queste evidenze portano l’Azienda a non individuare l’esigenza di interventi straordinari, riservandosi in ogni caso di continuare a monitorare l’evoluzione degli aspetti socioeconomici della pandemia.
  • La richiesta di mantenere sospesa la verifica delle rese produttive fino al 2021 o comunque fino al termine della fase interpandemica.
    Per quanto concerne la richiesta di mantenere sospeso il monitoraggio delle rese produttive fino al 2021 l’Azienda conferma che, come comunicato nell’incontro del 15 settembre, la verifica prosegue con adozione di cautele e disponibilità a valutare singole situazioni su cui tenere attenzione.
  • La richiesta di avere per tutti i Produttori una profilazione in “Comunica” di livello “intermedio avanzato” tramite decisione aziendale e non agenziale.
    Per quanto riguarda la richiesta di aprire la profilazione di Comunica e Front End, l’Azienda risponde che la scelta di assegnazione dei diversi profili ricade sotto la responsabilità degli agenti in quanto frutto di accordi con loro definiti. L’Azienda si dichiara disponibile a valutare eventuali casi singoli.
  • La richiesta di dare la possibilità ad ogni singolo OP di visionare lo storico degli accessi eseguiti con EmployeeUp al fine di consentire verifiche e corrette compilazioni delle specifiche.
    La possibilità che ogni singolo OP riceva lo storico dei propri accessi effettuati tramite EmployeeUp è subordinata a un ulteriore sviluppo dell’applicazione da parte del gestore, già richiesto dall’Azienda, ma ancora in fase di implementazione. Fino a quando non verrà rilasciata la possibilità per i singoli OP di accedere al proprio storico, i manager di zona e l’ufficio HR saranno disponibili ad inviarlo all’occorrenza.
  • La richiesta di avere notizia del dato delle medie di riferimento per livello per l’applicazione delle “provvigioni aggiuntive CCNL” ex art. 153.
    Per quanto riguarda la richiesta di chiarimento sul metodo di calcolo e sui parametri utilizzati nell’ultimo anno per il riconoscimento delle provvigioni aggiuntive CCNL ex art. 153, l’Azienda invierà tutti i dettagli via mail alle OO.SS.
  • La richiesta di avere chiari referenti per le singole problematiche raccolte tra i Colleghi e la possibilità di creare una piattaforma di assistenza dedicata alla Rete OP.
    Riguardo la possibilità di avere un preciso referente per ogni materia, in modo da avere risposte dirette a eventuali quesiti, senza “filtri”, l’Azienda ha indicato i manager di zona quali referenti unici. L’istituzione di una piattaforma di assistenza dedicata all’OP è in fase di progettazione.
  • Allo scopo di attuare una programmazione delle azioni e dell’attività da parte dell’OP, ed in considerazione degli effetti economici della pandemia, reputiamo funzionale l’anticipazione della presentazione dei programmi di lavoro 2021 chiedendo la prosecuzione del programma Rappel in essere.
    Alla richiesta di anticipare la presentazione dei programmi di lavoro 2021 e di proseguire con la meccanica in essere l’Azienda ha risposto che verrà calendarizzata una riunione entro l’anno. Le OO.SS. hanno chiesto che tale riunione possa essere svolta in tempi adeguati alla possibilità di iniziare il nuovo esercizio sin da subito a regime.

In merito ad una nota inviata sulla CR.GI.095.2020 il 5 novembre scorso nella quale si chiedeva il ripristino del bonus al +10% sul parametro persistenza seconda annualità la risposta aziendale è stata negativa.

Facendo riferimento ad una precisa segnalazione inviata all’Azienda sempre il 5 novembre in merito al ruolo dei manager di zona come preposti alla sicurezza è stato comunicato che sarà diffusa a breve una mail sui comportamenti da tenere per l’esercizio del ruolo.

Alla luce delle risposte ottenute, le OO.SS. prendono atto con rammarico e insoddisfazione che ai quesiti posti l’Azienda ha risposto in modo parziale, lasciando ancora molti punti in sospeso o definibili caso per caso, mentre alcune questioni non sono state prese in considerazione in maniera chiara ed esaustiva.

Registriamo come l’Azienda non ritenga di valutare l’attuale situazione pandemica fortemente critica, non rendendosi perciò disponibile a erogare ristori alla Rete OP.

Non si comprende l’insistenza, da parte aziendale, sul monitoraggio delle rese, alla luce delle difficoltà lavorative estreme in cui i Produttori operano oramai da marzo a causa della diffusione del Covid-19, condizioni ulteriormente compromesse dai conseguenti problemi derivanti dalle tante agenzie che registrano positività al loro interno.

Infine, l’ipotesi di un incontro sui programmi di incentivazione Rappel 2021 a metà dicembre sembra alquanto dilatoria poiché impedisce un’adeguata programmazione e pianificazione del lavoro.

17 novembre 2020

Le RSA Produttori di Generali Italia
FIRST/CISL FISAC/CGIL FNA SNFIA UILCA

Comunicato unitario

Share on facebook
Share on twitter
Share on print
Share on email
Share on whatsapp
Torna su