Banca Popolare di Vicenza: Responsabilmente uniti



Nel Gruppo Banca Popolare di Vicenza è in atto ormai da tempo un peggioramento delle relazioni sindacali che accompagna il deteriorarsi dei rapporti da parte dell’azienda e dei suoi vertici nei confronti di tutte le lavoratrici e dei lavoratori.
DIRCREDITO, FIBA, FISAC e UGL sulla base della condivisione della linea politica ritengono oggi quanto mai indispensabile costruire una più forte unità sindacale, e per tale motivo ritengono utile e costruttivo accogliere la richiesta ricevuta dalla FABI, di unire le forze nell’unico tavolo negoziale.

Tale unità ha come obiettivi:
– ricostruire relazioni industriali concrete, fattive e concertative, necessarie per restaurare un clima di fiducia;
– un nuovo integrativo di Gruppo, che pur tenendo conto del contesto macroeconomico, risponda alle mutate necessità sociali ed economiche delle lavoratrici e dei lavoratori;
– regole di comportamento che evitino situazioni di incoerenza già manifestate in un recente passato con la negazione di alcuni importanti diritti “in primis” la mancata erogazione del premio di produttività (pur in presenza di bilanci più che positivi), l’esasperato aumento delle pressioni commerciali, fino ad arrivare all’utilizzo diffuso di contestazioni/provvedimenti disciplinari non escluso l’uso “facile” del licenziamento.

Pertanto, già da lunedì 10 febbraio, questo tavolo negoziale, che rappresenta la maggioranza dei colleghi iscritti, incontrerà l’Azienda al fine di definire i temi e le scadenze necessarie per l’inizio delle trattative.

A breve tutti i lavoratori saranno inviatati a partecipare alle Assemblee per discutere e condividere la Piattaforma unitaria.

Organo di Coordinamento Gruppo BPVi
DIRCREDITO – FABI – FIBA/CISL – FISAC/CGIL – UGL

ALLEGATO
Comunicato unitario

Share on facebook
Share on twitter
Share on print
Share on email
Share on whatsapp
Torna su