Credito Cooperativo: Continuità ma non troppo !



Nella giornata di ieri, 19 Gennaio 2017, al termine del percorso normativo di “autoriforma” del Credito Cooperativo, così come aveva già preannunciato, il Presidente di Federcasse Alessandro Azzi ha rassegnato le proprie dimissioni.

Al Presidente Azzi, che è stato alla guida del Credito Cooperativo per 25 anni, va il riconoscimento di aver lavorato ad un concreto sviluppo del Sistema, incentrando il suo operato sulla “solidarietà” e sulla “mutualità” del sistema stesso; elementi questi che, attraverso la costituzione di innovativi Fondi (FGD, FGO ed il più recente FGI) hanno consentito una risoluzione “interna” delle crisi anche in periodi particolarmente difficili per la situazione economico-finanziaria del Paese.

Nella stessa giornata del 19 Gennaio, è stato eletto all’unanimità quale successore alla Presidenza di Federcasse, l’Avv. Augusto Dell’Erba, Presidente della Cassa Rurale di Castellana Grotte, della Federazione Puglia e Basilicata delle BCC, del Fondo di Garanzia dei depositanti e del Fondo Temporaneo, nonché presidente del Nucleo Sindacale di Federcasse.

Il Coordinamento Nazionale Fisac-CGIL del Credito Cooperativo augura ad Augusto Dell’Erba un proficuo e produttivo lavoro per la nuova carica di Presidente Federcasse.

Rispetto alle relazioni industriali nel Credito Cooperativo, che attraversa la fase di attuazione della Riforma (fase delicata come mai prima d’ora, in cui purtroppo parrebbe sfumata la possibilità di diventare il terzo gruppo bancario italiano a causa del mancato raggiungimento di una soluzione unitaria per la costituzione di un unico Gruppo Bancario Cooperativo), l’auspicio è quello di riprendere con convinzione e determinazione il confronto in tema di rinnovo del Contratto Nazionale di Lavoro che da sempre ha individuato strumenti e norme che hanno contribuito alla salvaguardia dei livelli occupazionali, allo sviluppo professionale delle lavoratrici e dei lavoratori, ed alla crescita ed alla unità del sistema del Credito Cooperativo, seppur nel rispetto delle diverse autonomie che lo caratterizzano.

Confidando in un confronto franco e proficuo, rinnoviamo l’augurio di un buon lavoro al nuovo Presidente.

Roma 20 Gennaio 2017

Il Coordinamento Nazionale FISAC CGIL Credito Cooperativo Michele Cervone – Fabrizio Petrolini

ALLEGATO
Credito Cooperativo: Continuità ma non troppo !

Share on facebook
Share on twitter
Share on print
Share on email
Share on whatsapp