Monte Paschi: incontro area Nord-Est del 17 febbraio

Lo scorso 17 febbraio ci siamo incontrati con il DRUAT Colville per un aggiornamento sulla situazione dell’Area Nord Est.

  •  riepilogo incontri nelle DTR/DTC su riorganizzazione Pegaso 2: nel corso del mese di gennaio sono avvenuti gli incontri di verifica in tutte le DTR del Nord Est come previsto dall’accordo su Pegaso2. Il confronto sul territorio su questi ed altri temi (organici, pressioni commerciali, mobilità, carichi di lavoro e criticità varie) tra RSA e Azienda deve essere continuo e non lasciato all’estemporaneità. Abbiamo raccomandato per il futuro una maggiore e omogenea presenza dei responsabili aziendali, Gru di tutte le filiere e Area Manager, interessati dai temi in discussione. Permane la situazione di criticità e carenza per la provincia di Ferrara dove l’azienda, dopo quanto già effettuato nel corso del 2019, sta cercando di implementare l’organico da DTR limitrofe.
  • Ufficio Estero : abbiamo sottoposto alla Direzione di Area la situazione di difficoltà in cui si trova a operare l’ufficio Estero in seguito alla riduzione di personale del MOE (quattro unità per il momento), giustificata da una diminuzione dei carichi di lavoro in questo settore. Quasi contemporaneamente, la pubblicazione di alcune circolari sanciva il passaggio di alcune attività di controllo su materie molto delicate, precedentemente a cura dei gestori, agli addetti dei vari Middle Office Estero, aumentandone paradossalmente la mole di lavoro. Tentare di arginare le difficoltà operative e gestionali chiedendo “flessibilità interpretativa” ai colleghi non è consentito in alcun modo. Eventuali incongruenze che gravino o esasperino il modo di operare e di rapportarsi con la clientela, vanno segnalate alla Direzione, affinché possa venire modificata la normativa. Fino ad allora i colleghi opereranno nel rispetto di quanto stabilito dalle circolari stesse. Si è evidenziata altresì la necessità di una formazione adeguata che consenta di conoscere la materia in modo approfondito e di poter gestire in modo specialistico le varie casistiche, senza perderne in produttività. Anche in merito all’orario di lavoro sono del tutto anacronistiche e fuori luogo richieste di forzature da parte della responsabile sul lavoro straordinario a maggior ragione in un contesto di riduzione di organico. Ciò si aggiunge alla surreale vicenda della normativa sull’offerta fuori sede e sulla giornata dello sviluppo, non ancora deliberata dal CDA , che vede gli ACE, come altri ruoli, ancora esclusi dal perimetro e che ne limitano fortemente l’attività commerciale sul territorio. Le OO.SS. hanno quindi chiesto di essere aggiornate in merito ad eventuali variazioni sui carichi di lavoro che dovessero comportare rilasci in questo o altri settori.
  • Task force Kyc: circa 22 colleghi di Area (2 per ogni Dtr) sono impegnati in iniziative di supporto alla Rete in tema di KYC, prevedibilmente fino a fine marzo. Inoltre, come avvenuto a giugno scorso, è stato individuato personale dedicato in ogni filiale/centro per smaltire con urgenza le posizioni arretrate.
  • Schede di valutazione : sono in corso di svolgimento i colloqui per la consegna delle schede 2019 (al momento sono stati completati circa 1/3 degli stessi). Il percorso dovrebbe completarsi entro la fine del mese di Febbraio (!).

—————

Durante l’incontro è intervenuta la General Manager, Donatella Vernisi che ci ha sinteticamente illustrato la situazione della nostra Area rispetto ai risultati 2019 e agli obiettivi di budget 2020 dove viene richiesto di consolidare maggiormente i risultati dell’anno precedente con una crescita in tutti gli ambiti. Non è compito nostro commentare risultati non soddisfacenti frutto di obiettivi irraggiungibili, e non da oggi, scritti a tavolino da qualche burocrate che non tiene conto della fortissima concorrenza presente da sempre nel Nord Est e delle effettive potenzialità di sviluppo commerciale nei singoli territori. I colleghi, come sempre, faranno il possibile consapevoli che coinvolgimento, attenzione e impegno devono andare di pari passo con rigore normativo e competitività dell’azienda, che non dipende da loro.

Certo, tutto si può migliorare, senza scordare però il contesto delle prospettive future di Mps, che dipenderanno da scelte e logiche di organismi esterni all’Azienda, come noto ed evidente anche in questi giorni sugli organi di informazione.

Padova, 21 febbraio 2020
Le OO.SS. Banca Monte dei Paschi di Siena – Area Nord Est

Comunicato unitario

Share on facebook
Share on twitter
Share on print
Share on email
Share on whatsapp
Torna su