Carta dei servizi CGIL 2014



Carta dei servizi CGIL 2014

La Carta dei servizi illustra le tutele individuali della Cgil e le categorie sindacali di riferimento.

La Carta dà anche notizia delle tante intese raggiunte con gli altri soggetti sociali ai quali l’iscritto può rivolgersi per trovare la soluzione più adatta ai suoi problemi e delle condizioni di maggior vantaggio che la Cgil ha stipulato con il sistema bancario, assicurativo e con vari soggetti commerciali.

Come sempre consegnamo agli iscritti la Carta dei servizi 2014 insieme alla tessera di adesione alla più grande Organizzazione sindacale del nostro Paese, ringraziandoli per il contributo importante dato alle lotte sin qui svolte e per quelle che potremo essere chiamati ad organizzare nel prossimo futuro per il lavoro, per la dignità delle persone e per far valere i diritti universali sanciti dalla Costituzione.

dall’articolo 1 dello Statuto CGIL

… L’adesione alla CGIL è volontaria.
Essa comporta piena eguaglianza di diritti e di doveri nel pieno rispetto dell’appartenenza a gruppi etnici, nazionalità, lingua, orientamento sessuale, identità di genere, culture e formazioni politiche, diversità professionali, sociali e di interessi, dell’essere credente o non credente.
Essa, inoltre, comporta l’accettazione dei princìpi e delle norme del presente Statuto, in quanto assumono i valori delle libertà personali, civili, economiche, sociali, politiche e della giustizia sociale quali presupposti fondanti e fini irrinunciabili di una società democratica.

dall’articolo 13 dello Statuto CGIL

La CGIL e le sue strutture, al fine di realizzare un’efficace tutela dei diritti individuali degli iscritti e dei lavoratori, in attività o in pensione, nonché dei disoccupati e degli inoccupati, promuove la costituzione di specifiche strutture … per l’erogazione di servizi.
… la finalità della politica dei servizi della CGIL consiste nel contribuire, con pari dignità, alla realizzazione della strategia dei dirittie della solidarietà, ponendo al centro la dimensione della persona.”

Share on facebook
Share on twitter
Share on print
Share on email
Share on whatsapp